Regolamento di attuazione attività Previdenza - 3. Pensione di anzianità

Indice articoli

ART. 3 - Pensione di anzianità

3.1 La pensione di anzianità è corrisposta:

a) a coloro che abbiano maturato almeno quaranta anni di effettiva iscrizione e contribuzione alla Cassa indipendentemente dall'età anagrafica ed un pari periodo utile ai sensi del successivo comma 8;
b) a coloro che abbiano maturato almeno trentacinque anni di effettiva iscrizione e contribuzione alla Cassa ed un pari periodo utile ai sensi del successivo comma 8  e abbiano i requisiti di età anagrafica previsti dalla legge n. 335/95, così come modificata dalla L. 449/97. Alla pensione, determinata ai sensi dell'art. 2, commi 2, 3, 4 e 5, si applica la sommatoria dei coefficienti di riduzione correlati all'età anagrafica (tab. 1) e all'anzianità contributiva (tab. 2) di seguito riportati:

Tabella 1

Età anagrafica Coefficiente di riduzione
59 20%
61 10%
63 2%
58 25%
60 15%
62 5%
64 0%

 Tabella 2

 Anni di effettiva iscrizione e contribuzione alla Cassa Coefficiente di riduzione
35 15%
36 12%
37 9%
38 6%
39 3%
40 e oltre 0%

3.2 Anche i trattamenti minimi sono assoggettati alle medesime percentuali di riduzione.

3.3 Alla pensione come sopra determinata vengono applicati esclusivamente gli adeguamenti ISTAT nella misura dovuta.

3.4 La pensione di anzianità è incompatibile con qualsiasi altra iscrizione ad Albi professionali, elenchi o associazioni professionali e con qualsiasi attività di lavoro dipendente o autonomo, anche di natura occasionale, fatte salve le deroghe di legge.

3.5 Verificandosi uno dei casi di incompatibilità di cui al comma 4, l'erogazione della pensione di anzianità è sospesa con effetto dal momento in cui si è verificata l'incompatibilità. La sospensione cessa col venir meno dell'incompatibilità.

3.6 In caso di reiscrizione all'Albo professionale  è obbligatoria l'iscrizione alla Cassa, con applicazione della   sospensione della erogazione della pensione di anzianità come al comma precedente.

3.7 Nei casi di cui ai precedenti commi 4 e 5 il ripristino della pensione avviene nella misura in pagamento al momento della sospensione con esclusione di qualsiasi perequazione, fatto salvo l'eventuale supplemento di cui all'art. 2, comma 8, da erogarsi una volta sola all'atto della definitiva cancellazione dall'Albo.

3.8  Ai fini del riconoscimento della pensione di anzianità risultano utili gli anni per i quali è stato raggiunto un limite di volume di affari professionale non inferiore a euro 7000,00. Detto limite dovrà essere rivalutato ai sensi dell'art. 5 del Regolamento sulla contribuzione.

3.9 Periodicamente la Cassa provvederà ad inviare agli assicurati un estratto conto, in cui saranno indicate le annualità considerate utili ai sensi del presente articolo, al fine della concessione del trattamento di anzianità.